fbpx
  • Working Days

    9AM - 9PM

  • Saturday

    10AM - 8PM

  • Sunday

    Closed

Capelli for You

  /  Cura dei Capelli   /  Calvizie Maschile   /  Calvizie Maschile come riconoscerle

Calvizie Maschile come riconoscerle

L’alopecia androgenetica, conosciuta come calvizie maschile, colpisce circa l’80% del mondo maschile sopra i 50 anni. Questo problema è associato a vari fattori genetici, ma non solo, una delle cause maggiori è la sovrapproduzione di ormoni sessuali maschili, gli androgeni, i quali aiutano la regolare crescita dei capelli.La perdita dei capelli può essere immediata o progressiva, ma di solito segue uno schema ben preciso, con il quale si può capire se si è affetti o meno da questo disturbo.


Fattori di rischio

L’età è uno dei 3 principali fattori che influenzano questo disturbo (gli altri 2 sono l’eredità genetica e uno squilibrio ormonale). L’inizio dei primi segnali della perdita dei capelli si hanno intorno ai 35 anni e più aumenta l’età più sale la percentuale di chi perde i capelli aumenta.
La perdita dei capelli in giovane è associata a qualche malattia, trattamento medico o anche tossicità.
• L’alopecia androgenetica è più comune causa di perdita di capelli negli uomini e corrisponde al 95% dei casi totali di calvizie.
• Il 25% circa degli uomini che soffrono di questo disturbo inizia il processo prima dei 21 anni.


Controllare i parenti maschi di entrambi i tuoi genitori, maggiore è il numero di parenti senza capelli, maggiori saranno le probabilità di essere affetto da tale disturbo.
• Un gene che innesca le calvizie viene trasmesso da madre a figlio, ma altri hanno sono ereditari e rispettano criteri generici; per questa ragione, un padre calvo può avere un figlio maschio con lo stesso problema.
• L’alopecia androgenetica si verifica quando i follicoli piliferi del cuoio capelluto si restringono con il tempo, portando di conseguenza a capelli più corti e sottili. Infine, il follicolo si atrofizza e non produce più capelli.

I principali responsabili sono il testosterone che si converte in diidrotestosterone (DHT) con l’aiuto di un enzima presente nelle ghiandole sebacee dei follicoli piliferi. Quando il DHT è presente in quantità eccessiva restringe i follicoli, rendendo così impossibile la crescita di capelli resistenti. Questo problema è causato sia dall’eccessiva quantità di testosterone in circolazione, o da un legame troppo forte del DHT con i recettori dei follicoli piliferi.
Un altro fattore che indica la presenza di questo disturbo o il rischio di esserne colpito è la crescita della ghiandola prostatica.

I Segni della Calvizie Maschile


Controlla sempre l’attaccatura dei capelli. La calvizie maschile solitamente inizia nella zona della fronte del cuoio capelluto, chiamata attaccatura frontale dei capelli.
Per controllare con maggiore facilità l’attaccatura dei capelli, guardati allo specchio e confronta l’immagine con quella delle foto di quando eri più giovane.
L’attaccatura dei capelli a forma di “M” è una tipica caratteristica della calvizie maschile

Monitora l’area centrale della nuca. Oltre a un assottigliamento e ritiro dei capelli dall’attaccatura della fronte, lo stesso processo può verificarsi sulla cima del cranio.

Cerca eventuali capelli sul cuscino o sulla spazzola o il pettine che sei solito usare.

Consigli

• Se si riesce a individuare precocemente la calvizie e si interviene tempestivamente con delle cure un corretto stile di vita è possibile rallentare la caduta dei capelli in molte persone. Tieni presente che i farmaci provocano effetti collaterali e non curano il problema.
• Un uomo con una calvizia leggera o moderata riesce spesso a nascondere le aree senza capelli con un’acconciatura o pettinatura adeguata. Chiedi consigli al tuo parrucchiere per far apparire più voluminosi i tuoi capelli radi (evita solo l’effetto “riporto”!).
• Quando l’alopecia androgenetica è in fase avanzata, puoi valutare di fare un trapianto di capelli, esponendosi però ad eventuali rischi, o ricorrere a protesi parziali o totali non invasive, alle extension o alle parrucche intere.
• Alcuni uomini preferiscono radere completamente la testa. Per fortuna, al giorno d’oggi la calvizia non ha più una connotazione negativa come un tempo, ma solamente un fattore estetico.

Post a Comment